Analizzatori di umidità a cristalli di quarzo per stazioni di iniezione di biometano

moisture_measurements_in_biomethane

Sempre più spesso, il biometano viene iniettato nelle reti nazionali di trasmissione del gas insieme al gas naturale. La qualità del biometano, specialmente il contenuto di umidità, è monitorata per assicurare che non ci siano rischi per le attrezzature o perdite di potere calorifico lungo la linea.

Il gas viene compresso e trasportato a pressioni fino a 70 barg. Il monitoraggio del contenuto di umidità del biometano è essenziale per assicurare che non si condensi acqua liquida nella conduttura per evitare il rischio di corrosione o di formazione di ghiaccio. Il gas viene compresso e trasportato a pressioni fino a 70 barg.

Questa condensa può combinarsi con altri contaminanti, come l'anidride carbonica e/o il solfuro di idrogeno, per formare composti acidi che causano maggiori effetti di corrosione nelle attrezzature a valle. Essiccare il gas a un basso punto di rugiada riduce notevolmente la formazione di questi composti corrosivi e aumenta l'efficienza complessiva dell'impianto.

Tecnologia QCM per la misurazione dell'umidità del biometano

Un analizzatore di umidità a risposta rapida è necessario per monitorare il contenuto di umidità del biometano prima del punto di compressione. La tecnologia della microbilancia a cristallo di quarzo è una buona scelta per questa applicazione perché è veloce e reattiva ai cambiamenti del contenuto di umidità. Ideale per il monitoraggio del flusso di biometano alla stazione di compressione.

Gli analizzatori QCM sono anche un'opzione a bassa manutenzione, dando agli operatori un basso costo di proprietà nel corso della vita.

Autocalibrazione per una maggiore affidabilità

L'analizzatore di umidità di processo Michell QMA401 include un'autocalibrazione per garantire l'affidabilità a lungo termine. L'analizzatore include un generatore di umidità interno, che ha una calibrazione tracciabile al NIST/NPL. Il QMA401 utilizza questo generatore di umidità come riferimento rispetto al proprio sensore ed è in grado di riaggiustare le proprie misurazioni per garantire la stabilità delle misure a lungo termine.